Nanimarquina incontra Ilse Crawford designer tappeti Wellbeing

Questo è il primo incontro online di 4 conversazioni su Zoom tra Nani Marquina e Ilse Crawford, la fondatrice di tappeti Nanimarquina e una selezione dei migliori designer. Gli incontri successivi sono con Jaime Hayon, Ronan Bouroullec e Santi Moix.

Nella prima conversazione con la designer londinese Ilse Crawford, si parla del concetto di benessere, l’evoluzione di questo concetto, l’importanza del comfort nella nostra vita quotidiana e l’applicazione di questi ideali al mondo dei tappeti contemporanei. Contrariamente a tante aziende che pubblicizzano principi e virtù allo scopo esclusivo di attirare clienti più attenti ad argomenti come la sostenibilità e la produzione etica. In Nanimarquina questi argomenti sono nella cultura aziendale. Infatti la percentuale di donne in questa azienda è molto elevata, inoltre fin dalla nascita della società spagnola i manufatti sono realizzati senza impegno di manodopera infantile.

tappeti Nanimarquina modello Wellbeing Wool chobi in lana a pelo lungo annodato a mano
tappeti Nanimarquina modello Wellbeing Wool chobi in lana a pelo lungo annodato a mano

La collaborazione tra Nanimarquina e la designer londinese inizia nel 2017 con la volontà di progettare pezzi rispettosi dell’ambiente e che diano comfort in casa. Finalmente è nata la collezione di tappeti Wellbeing, una serie di pezzi che includono fibre naturali, sostenibili e locali, filate a mano, senza candeggina e senza coloranti per portano calore e morbidezza agli ambienti interni in modo naturale.

Il benessere è un organismo di prodotti tessili confortanti che supportano l’esperienza umana. Tutti gli articoli si concentrano su tattilità, materialità, artigianalità e qualità. Aggiungono calore, morbidezza e comfort agli ambienti interni e una connessione con i sensi. La collezione utilizza tecniche tradizionali e dettagli artigianali che rendono speciale il normale.

tappeti Nanimarquina Wellbeing a confronto:  il Nettle Dhurrie (a pelo basso, fatto a mano materiale 50% ortica + 50% iuta) e il Wellbeing Wool chobi (a pelo lungo, in lana cardata a mano)
tappeti Nanimarquina Wellbeing a confronto: il Nettle Dhurrie (a pelo basso, fatto a mano materiale 50% ortica + 50% iuta) e il Wellbeing Wool chobi (a pelo lungo, in lana cardata a mano)

La collezione Wellbeing utilizza lana afgana filata a mano, ortica, iuta, lino, seta di Tussar, nonché sughero, legno, lana grezza e cotone grezzo accuratamente selezionati dal team di nanimarquina, il più vicino possibile a dove vengono prodotti i pezzi della collezione, utilizzando tecniche artigianali tradizionali e artigiani locali con cui nanimarquina collabora da tempo.

La collezione di tappeti Nanimarquina Wellbeing utilizza lana afgana filata a mano, ortica, iuta, lino, seta di Tussar, nonché sughero, legno, lana grezza e cotone grezzo accuratamente selezionati dal team di Nanimarquina, il più vicino possibile a dove vengono prodotti i pezzi della collezione, utilizzando tecniche artigianali tradizionali e artigiani locali con cui nanimarquina collabora da tempo.

La conversazione su Zoom è prevista il 17 Novembre 2020, la partecipazione è gratuita ed è richiesta la registrazione. Condivideremo il percorso per ottenere un design consapevole, incentrato sull’uomo, sensoriale e bello con il coordinamento di Max Fraser, consulente e design writer.

Max Fraser (moderatore), Ilse Crawford (designer della collezione di tappeti Wellbeing), Nani Marquina (fondatrice di Nanimarquina tappeti) e Maria Marquina (CEO di Nanimarquina)
gli oratori alla video conferenza su Zoom: Max Fraser (moderatore), Ilse Crawford (designer della collezione di tappeti Wellbeing), Nani Marquina (fondatrice di Nanimarquina tappeti) e Maria Marquina (CEO di Nanimarquina)